Death Note Wiki
Advertisement

"Perché non riesco a ricordare di chi è questa voce... Kira chi diavolo sei?" (episodio 5 - Strategia)

Raye Penber (レイ=ペンバー, Rei Penbā) è stato un agente dell'FBI che ha investigato su Light Yagami ed fidanzato con Naomi Misora.

Aspetto[]

Raye Penber è un uomo affascinante con capelli scuri e occhi chiari. Nei videogiochi ha i capelli castani e gli occhi azzurri. Indossa un abbigliamento da ufficio e un cappotto lungo quando segue Light Yagami.

Penber è americano, nonostante sua madre sia giapponese e Light nota il suo accento quando parla Giapponese.

Storia[]

Raye segue Light Yagami per alcuni giorni ma, ritenendolo uno studente modello, decide di seguirlo un'ultima volta durante un appuntamento con una ragazza.

Sale sullo stesso pullman dei due, diretto a Spaceland, e si siede dietro di loro. Presto però, un uomo, Kiichiro Osoreda, sale sul pullman e punta una pistola sull'autista. Lo costringe a chiamare gli uffici di Spaceland per riferire del dirottamento e poi prende il telefono e ordina loro di portargli gli incassi del giorno prima alla fermata stabilita. Osoreda minaccia di uccidere tutti se qualcuno chiama la polizia o se non fanno come dice lui.

Light mostra un messaggio alla compagna di classe, dicendole di non preoccuparsi perché avrebbe attaccato il dirottatore non appena si fosse girato, tirandogli via la pistola dalle mani. Penber vede il messaggio e gli dice di non fare niente e se ne occuperà lui. Light nota il suo accento mentre parla giapponese e Penber gli dice che è americano e sua madre giapponese. A questo punto, Light gli chiede se può dimostrare di non essere un complice. La compagna di Light è incredula e lui le spiega che è una tattica comune, che molti criminali usano. Penber, pensando che se Light fosse stato Kira avrebbe già ucciso il criminale, gli porge il distintivo dell'FBI, per provare di non essere un complice di Osoreda. A questo punto Light gli crede e chiede se ha una pistola. Ricevendo una risposta affermativa, Light decide di lasciare a lui la situazione.

Penber analizza la situazione e decide di non agire fino all'ultimo. Inizia poi a pensare perché la polizia pensi che Kira sia in Giappone, nonostante abbia ucciso più criminali americani piuttosto che giapponesi. Crede che anche se l'FBI riuscisse a trovare il killer, non sarebbe qualcuno della polizia giapponese. Penber ritorna a pensare alla situazione in cui si trova: guarda al dirottatore e ricorda che Osoreda è apparso qualche giorno prima nei notiziari per aver derubato una banca e essere fuggito dopo aver ucciso tre persone. Nel frattempo Light mette una mano in tasca e fa cadere un pezzo di carta. Osoreda lo vede e credendo che stesse passando un messaggio agli altri passeggeri, lo prende: sul biglietto ci sono quelle che sembrano essere informazioni per un appuntamento.

Osoreda si gira e improvvisamente inizia a urlare, in panico, chiedendo cosa sia quella "cosa" sul fondo del pullman. Ryuk risponde chiedendo se stia parlando con lui, se lo può vedere. Il dirottatore dice a Ryuk di non muoversi o lo ucciderà. Penber dice che Ososreda sta delirando e avvisa tutti di stare riparati. Ryuk capisce che Light ha fatto cadere il biglietto di proposito, per far toccare a Osoreda un foglio del Death Note e per fargli vedere Ryuk. Il criminale inizia a sparargli ma non si può uccidere uno Shinigami, perciò finisce i proiettili contro di lui. Ryuk si ricorda di aver detto a Light che non si può uccidere uno Shinigami e ritiene una mossa astuta aver utilizzato questa informazione. Quando Penber è pronto ad attaccare, Osoreda fa fermare il pullman per fuggire ma viene colpito da una macchina appena scende, morendo sul colpo.

Penber sta vicino alla porta del pullman e mentre Light esce, gli riferisce di essere in missione segreta. Light gli dice di capire la situazione e gli promette di non dire di nessuno che lui era lì, nemmeno a suo padre, Soichiro Yagami. Penber sorride e se ne va, dicendo a Light che le cose si sarebbero complicate se fosse rimasto lì.

Dopo questo avvenimento, Penber ritorna a casa, dove viene accolto dalla fidanzata, Naomi Misora. Mentre si riposa, le racconta dell'accaduto. Lei sembra preoccupata e gli chiede se fosse sullo stesso pullman del dirottatore: le dice di sì e le racconta che è stato colpito da una macchina, mentre cercava di scappare. Lei chiede se fosse sicuro che l'uomo fosse morto: lui le risponde di sì, ma non ne aveva la certezza, dato che aveva abbandonato subito la scena del crimine. Naomi gli chiede se fosse convinto che fosse tutta una coincidenza e gli fa notare che stava seguendo qualcuno, è salito su un pullman che è stato dirottato ed è probabile che quel criminale sia morto. Lui le dice che nonostante sappia che lei è stata una grande agente dell'FBI, ora non si deve far coinvolgere con il caso e si scusano a vicenda.

Alle 15:00 del 27 dicembre 2003, Light nelle vesti di Kira approccia Penber da dietro nella stazione di Shinjuku e lo prende in ostaggio. Penber non sa che il ragazzo è Light, il quale si presenta come Kira: per dimostrarlo uccide per arresto cardiaco un impiegato di un negozio, un criminale che aveva stuprato una donna e dichiarato innocente per mancanza di prove. Kira poi minaccia Raye di uccidere lui e i suoi casi nel caso non segua i suoi ordini. Raye riceve una busta con una trasmittente, per comunicare da lontano, e dei fogli. Deve salire su un treno della linea Yamanote e sedersi vicino alla porta. Kira chiede quanti agenti dell'FBI sono coinvolti nelle indagini e Raye risponde che sono in 12. Poi gli ordina di scrivere i nomi dei 12 agenti, che Penber può conoscere grazie a un file che ha ricevuto completo di nomi e foto. Kira poi gli dice di lasciare la busta sul treno e quando scende dal treno, alle 16:42 Penber muore di attacco cardiaco, tre secondi dopo essere uscito dal treno e aver visto la vera faccia di Kira.

Concept del personaggio[]

  • Tsugumi Ohba disse che all'inizio pensò all'idea di un agente dell'FBI che seguisse Light, perciò creò Raye Penber per riempire il buco.
  • Takeshi Obata disse che dato che Ray Penber era un mix tra America e Giappone, ebbe difficoltà a creare il suo design e cercò di farlo sembrare più non-giapponese. Inoltre disse che avrebbe voluto disegnarlo un po' meglio.

Curiosità[]

  • Nella versione originale dell'anime, la firma sul distintivo dell'FBI inizialmente riporta "Ray Penbar" e nell'episodio successivo viene corretto. Nella versione inglese la firma è corretta.
  • In Death Note 13: How to Read, viene rivelato che ciò che dice Light sul treno, mentre Raye muore, sono state aggiunte dall'artista Obata e erano assenti nello sketch originale della scena. Obata disse che pensò di aver superato i limiti aggiungendo la frase ma Obha disse che grazie a lui, la scena venne migliorata.
  • In Death Note: The Musical, l'agente dell'FBI che Light usa per uccidere gli altri è Haley Belle e Raye Penber non è nemmeno menzionato.
Advertisement