Death Note Wiki
Advertisement


Naomi Misora (南空ナオミ) è un'ex agente dell'FBI ed è la fidanzata di Raye Penber. Dopo la morte del fidanzato e degli altri agenti dell'FBI ad opera di Kira, decide di iniziare ad indagare per conto suo.

Aspetto[]

Naomi è una ragazza affascinante, con capelli neri scuri e occhi castano chiaro. Spesso indossa vestiti neri, di pelle.

Personaggio[]

Viene descritta come un'agente dell'FBI di prim'ordine, molto intelligente e con capacità investigative notevoli. Ha aiutato Elle in un caso ma Naomi ha lasciato l'FBI nell'ottobre del 2003 con l'obiettivo di formare una famiglia negli Stati Uniti.

Storia[]

Dopo il dirottamento, Raye Penber torna a casa e le racconta l'accaduto. Già in quel momento, lei sospettava che potesse essere coinvolto Kira, nonostante non ci fosse nulla di così palese.

Dopo la morte di Raye, decide di continuare le indagini da sola. Dato che lui le aveva rivelato di aver mostrato il distintivo a qualcuno sul pullman, sospetta che quello possa essere stato Kira. Cerca quindi di contattare la task force giapponese e, in particolare, Elle per rivelare le sue informazioni.

Tuttavia si imbatte in Light Yagami, che venuto a conoscenza delle intenzioni di Misora, sfrutta la posizione di suo padre per estorcerle informazioni. Lei, cauta, gli dice di chiamarsi Shoko Maki. Quando Light prova a scrivere il suo nome sul Death Note capisce che gli ha dato un nome falso. Continua quindi a cercare un modo per farsi dire il nome corretto: dopo averla ascoltata e aver dato corda alle sue intuizioni sul caso della morte del fidanzato, le dice che dovrebbe entrare a far parte della task force, gli serve solo un documento che attesti la sua identità. Scopre così il suo vero nome e tramite il Death Note le fa commettere un suicidio, poco dopo averle rivelato di essere Kira. Il suo corpo non verrà mai trovato, a causa delle specifiche di Light sul Death Note.

Concept del personaggio[]

In realtà, il personaggio di Naomi era stato creato per avere un ruolo più importante nella storia, ad esempio avrebbe contribuito nelle indagini ai sospettati di essere Kira. Tuttavia, una volta che Raye è stato ucciso, Tsugumi Ohba ha pensato fosse naturale che Naomi si mettesse alla ricerca di Kira stesso e all'epoca l'unico personaggio femminile più rivelante era Sayu Yagami. Così facendo avrebbe potuto avere un personaggio femminile rilevante e interessante. Quindi aveva pensato per Naomi un ruolo maggiore nella storia ma aveva sottovalutato le abilità deduttive del personaggio. Dato che era in grado di risolvere punti cruciali delle indagini "più velocemente di quanto immaginato", Ohba ha deciso di fare finire la sua storia prima, altrimenti ci sarebbero stati problemi con lo sviluppo successivo della storia. Ha descritto i problemi della storia di Naomi come i maggiori dall'inizio della serie.

Takeshi Obata, dopo aver sentito la sua storia, non vedeva l'ora di creare il personaggio, dato che non aveva ancora disegnato nessuno come lei. Le a dato la giacca di pelle come segno di lutto per il fidanzato e poi ha creato la faccia e i capelli, in modo tale che fossero in sintonia con gli abiti.

Curiosità[]

  • Nel primo opening dell'anime, si vede Naomi che tiene il corpo di Raye Penber tra le braccia, ricordando la Pietà di Michelangelo.
Advertisement