Death Note Wiki
Advertisement


Rapimento (誘拐, Yūkai) è il secondo episodio della seconda stagione dell'anime di Death Note, il ventisettesimo di tutta la serie.

Riassunto[]

Nel 2007, Roger Ruvie informa due orfani, Near e Mello, della morte di Elle. Glielo dice soprattutto perché Elle non aveva deciso chi dei due dovesse essere il suo erede, perciò consiglia loro di collaborare: Near accetta la proposta, Mello no perché non va d'accordo con Near e decide di cedere il ruolo di L all'altro.

Cinque anni dopo, Near incontra il Presidente degli Stati Uniti e gli spiega come funziona il Death Note. Inoltre gli riferisce l'esistenza del secondo Death Note (uno è nelle mani della polizia, il secondo ce l'ha Kira) e della morte del vero L. Il Presidente decide di collaborare e con l'aiuto dell'FBI, Near decide di creare un'organizzazione, l'SPK (Special Provision for Kira), con il solo obiettivo di catturare Kira.

Durante un pomeriggio a casa Yagami, gli agenti della task force la devono abbandonare subito perché vengono informati da Aizawa che il direttore Takimura è stato rapito. Quindi Light, Soichiro, Matsuda, Mogi, Aizawa e Ide si ritrovano al quartier generale per discutere sull'accaduto: Aizawa dice loro che ha ricevuto una chiamata dal cellulare di Takimura e i rapitori gli hanno proposto di liberare Takimura in cambio del Death Note. Sono tutti confusi, dato che loro dovrebbero essere gli unici a sapere del quaderno.

Il giorno successivo, un agente dell'FBI incontra Soichiro, dicendogli che vuole incontrare Takimura perché la polizia giapponese non può più occuparsi del caso Kira e chiede di dare a loro il Death Note. Perciò Soichiro inizia a sospettare che l'FBI abbia rapito Takimura ma l'agente gli dice che non ne sapeva niente. Perciò Near e la SPK vengono a sapere del rapimento.

Nel frattempo, Mello raggiunge Takimura, che dà la conferma sui nomi degli agenti di polizia che stanno lavorando al caso Kira. Mello poi spiega ai suoi seguaci la sua teoria dell'esistenza di due quaderni e pianifica di ottenerli entrambi, facendo qualsiasi cosa pur di battere Near. Nella scena successiva, Light uccide Takimura con il Death Note, facendolo suicidare. Questo però fa intuire a Mello che Kira conosceva l'identità di Takimura ma non la loro e che Kira ha accesso alle informazioni della polizia. Decide quindi di rapire Sayu Yagami.

Al quartier generale, Light realizza che se i rapitori avessero avuto informazioni da Takimura, allora non solo loro ma anche le loro famiglie sarebbero state in pericolo. In quel momento, Soichiro riceve una chiamata dal telefono di Takimura: chi chiama gli riferisce della morte di Takimura quindi lo scambio può essere fatto solo con un nuovo prigioniero, Sayu. Inoltre, se dovessero contattare altri membri della polizia, Sayu sarebbe uccisa. Dopo che Light realizza l'errore che ha fatto, uccidendo Takimura, dice ai colleghi che secondo lui non è stato il rapitore a uccidere il direttore, ma Kira: Kira non vorrebbe che il quaderno finisse in mano a criminali del genere. Tuttavia ciò significherebbe che Kira sta di nuovo prendendo informazioni dalla polizia. Nello stesso momento, Quella sera il team di investigazione viene contattato nuovamente dai rapitori che dicono a Soichiro di portare il quaderno a Los Angeles due giorni dopo e Soichiro decide di accettare.

Al quartier generale della SPK, Near viene informato dell'accaduto e intuisce che probabilmente Mello ne è il responsabile. Crede possibile che però Takimura sia stato ucciso da Kira, non da Mello: se così fosse, allora Kira starebbe prendendo informazioni dalla polizia. Poco dopo il direttore dell'FBI riceve una chiamata da Light, nei panni di L, che gli chiede di collaborare con il team di investigazione per il rapimento di Takimura. Near prende il telefono e saluta il "secondo L". Light inizia a farsi prendere dal panico, perché nessuno dovrebbe sapere che non è l'L originale. Near gli dice di chiamarsi "N" e di essere a capo della SPK, un gruppo di investigazione su Kira senza l'aiuto di L. Inoltre gli riferisce che chi si trova nelle posizioni più alte è a conoscenza della morte di L. Light realizza che questo N ha "un'aura" che è spaventosamente simile a quella di Elle.

Regole negli intermezzi[]

Da questo episodio, cambia il design degli intermezzi. Le regole sono presentate su uno sfondo nero e rosso, mentre prima era verde/azzurro e nero.

  • "Nel caso si scriva soltanto incidente come causa della morte, senza specificare le condizioni della stessa, la vittima morirà in un incidente nella maniera più rapida e plausibile dopo 6 minuti e 40 secondi."
  • "Anche se le condizioni specificate per l'incidente riguardano solo la vittima designata, se esso rischio di causare un grave impatto nel Mondo degli Umani, sull'ambiente circostante e su altre persone, la vittima morirà di arresto cardiaco, in modo da non coinvolgere nessuno."

Curiosità[]

  • Quando Soichiro e Light stanno cercando di scoprire la vera identità dell'agente dell'FBI che gli ha fatto visita, che si è presentato come John McEnroe, trovano un uomo, Larry Connors, il cui nome viene però mostrato sbagliato sul computer. Infatti c'è scritto "Rally Connors".
  • Sia il vero nome di Larry Connors che l'alias John McEnroe sono riferimenti a due rivali di tennis, John McEnroe e Jimmy Connors, Quindi è possibile che l'errore sul computer sia volontario, dato che "rally" è un termine tipico del tennis.
Advertisement