Death Note Wiki
Advertisement


Compagni (仲間, Nakama) è il diciottesimo episodio dell'anime di Death Note.

Riassunto[]

Soichiro Yagami, Aizawa e Matsuda stanno osservando attraverso le telecamere la camera di Misa, la quale è in compagnia di Light e di Elle che sono ancora legati assieme. Nonostante la richiesta di Misa di essere lasciata sola con Light, Elle le ribadisce che non può farlo, perché lo deve tenere sotto sorveglianza. Inoltre afferma di essere depresso perché "Light non è Kira". Tuttavia pensa che comunque Light e Misa fossero i due Kira fino ad un certo punto del loro periodo di prigionia. Quindi conclude che il potere di Kira può essere passato da persona a persona, rendendo più difficile la sua cattura. Frustrato dal fatto che Elle si stia arrendendo, Light gli tira un pugno, facendo scoppiare una rissa tra i due.

Più tardi, Light sta analizzando le morti causate da Kira e nota che sono tutte di amministratori delegati di grandi compagnie, che hanno subìto un calo delle azioni, ad eccezione di quelle della Yotsuba, che hanno visto un forte incremento. Perciò Light conclude che Kira debba essere legato in qualche modo a questa compagnia.

Vengono informati tutti della scoperta di Light ma alcuni, tra cui anche Soichiro, sono scoraggiati: se qualcuno della polizia cerca di fermare Kira, morirà. Devono quindi decidere se rimanere con Elle e abbandonare la polizia oppure tornare in polizia, senza poter però lavorare più con la squadra di Elle. Aizawa decide infine di abbandonare la task force.

Le morti legate alla Yotsuba continuano e aumentano ma Soichiro nota che si concentrano nei fine settimana. Perciò decidono di iniziare a trovare indizi tra i 300.000 impiegati della compagnia. Matsuda si vuole rendere utile, ma Elle non ha bisogno del suo aiuto; anzi, gli chiede di portare il caffè a due ospiti, entrati di nascosto e che saranno parte della squadra di investigazione: sono Aiber e Wedy, due truffatori che possono servire per investigare sotto copertura.

Regole negli intermezzi[]

  • "Il Dio della Morte non seguirà la persona a cui è stato prestato il quaderno. Il Dio della Morte starà sempre accanto al proprietario del quaderno. Inoltre, chi ha ricevuto il quaderno in prestito non può effettuare lo scambio degli occhi."
  • "Qualora il proprietario del quaderno muoia mentre questo è stato prestato a qualcun altro, la proprietà passa a colui che lo possiede in quel determinato momento."
Advertisement